Lo stipendio della badante sabato e domenica

Stipendio badante weekend sabato e domenica

Per tutte quelle famiglie che hanno bisogno di assistenza 7 giorni su 7 serve anche la badante sabato e domenica. Qual é lo stipendio corretto per la badante weekend?

Scopriamolo quindi insieme in questo 21° capitolo del Manuale per Famiglie BadanteZeroPensieri.

 

 

Cosa dice il Contratto Collettivo Colf e Badanti

Il CCNL Colf e Badanti parla specificatamente della badante per la sostituzione dei risposi di quella convivente principale. Anche per la sostituta si applica il contratto di convivenza, ma solo per le 16 ore di sostituzione, che normalmente coincidono appunto con il sabato pomeriggio (6 ore) e la domenica (10 ore).

Nello specifico questa figura è regolamentata per le assistenze per i livelli CS e DS, cioè per la sostituzione di badanti per assistenza a persone non autosufficienti, sia non formate, che specializzate.

La ratio sottostante è che questa figura sia necessaria quando la persona da assistere ha un elevato livello di compromissione nella propria autonomia.

In merito i diversi livelli contrattuali abbiamo approfondito l’argomento nel 16° capitolo del manuale quali sono.

Riportiamo qui per semplicità le differenti caratteristiche dei due livelli citati:

Livello C

Super (CS)

Assistente familiare che assiste persone non autosufficienti (non formato), ivi comprese, se richieste, le attività connesse alle esigenze del vitto e della pulizia della casa ove vivono gli assistiti.

Livello D 

Super (DS)

Assistente familiare che assiste persone non autosufficienti (formato), ivi comprese, se richieste, le attività connesse alle esigenze del vitto e della pulizia della casa ove vivono gli assistiti.

Come abbiamo visto in precedenza per ciascuno di essi corrispondono diversi stipendi minimi per i lavoratori.

La prima differenza sostanziale, come si vede, la fa l’esperienza della badante, che passa da nessuna al livello AS alla massima del DS, dove deve avere un attestato riconosciuto dalla Regione di 600 ore di formazione.

La seconda differenza è dettata dal livello di autosufficienza dell’anziano, che determina quindi l’intensità del lavoro della badante e al tempo stesso la sua competenza. 

 

Qual è quindi lo stipendio della badante convivente sabato e domenica nel 2022?

Innanzitutto ricordiamo che la badante convivente ha 36 ore di riposo settimanale, di queste 16 ore sono considerate come le massime lavorabili. Pertanto anche chi la sostituisce il sabato e la domenica lavora massimo 10 ore al giorno, con almeno 2 ore di riposo giornaliero a metà giornata.

Veniamo dunque a quanto costa una badante sabato e domenica con il livello CS, che è il maggiormente diffuso.

Per fare bene i conti partiamo dalle nuove tariffe dei minimi salariali, che sono entrate in vigore il 1° gennaio 2022 (fonte WebColf.com).

 

Stipendio base badante convivente sabato e domenica a tempo indeterminato 

LIVELLO CS – assistenza a non autosufficienti

Partiamo da cosa compone la busta paga della badante:

 

Costo orario €

Costo mensile €

Stipendio lordo badante in busta paga

7,66

531,09

Contributi + CassaColf a carico della badante

0,4329,82

Stipendio netto badante

7,23

501,28

Ecco invece quali sono i costi della convivente sabato e domenica per la famiglia:

 

Costo orario €

Costo mensile €

Paga lorda

7,66

531,09

Contributi a carico del la famiglia

1,24

85,97

Contributo a Cassa Colf

0,04

 2,77

Ferie

0,82

56,85

Tredicesima

0,82

56,85

TFR

0,79

54,74

LORDO TOTALE MENSILE (per 12 mesi)

per una sola persona

11,37

788,27

Lo stipendio netto BASE della badante sabato e domenica livello CS è quindi € 531,09  a cui vanno aggiunti vitto e alloggio, i ratei ferie, 13^ e TFR, per un costo mensile per la famiglia di circa € 790,00

 

 

Altri costi diretti

Al costo del lavoro visto finora e al corretto stipendio base della badante previsto per la badante vanno aggiunti alcuni costi diretti:

  1.  consulente del lavoro, CAF o Commercialista per la gestione amministrativa del contratto (assunzioni, buste paga, MAV, ecc)
  2. persona da assumere per sostituire la badante nei 26 giorni lavorativi di ferie annuali
  3. integrazioni contrattuali per la differenza tra il minimo contrattuale e lo stipendio netto richiesto dalla badante e concordato in fase di colloquio, o eventuali aumenti successivi. 

 

I costi indiretti del rapporto di lavoro 

Fin qui abbiamo parlato di tutti le voci che vanno a comporre il costo della badante previsti dal CCNL Colf e Badante. 

Ora ti chiedo: hai mai fatto i conti di quanto vale economicamente una tua ora? Banalmente chiediti: quanto vale in euro una mia ora di lavoro? e una mia ora passata con qualità insieme alla mia famiglia?

Ti chiedo di farlo veramente, se ti serve qualche secondo prenditelo… 

Ecco ora che hai in mente il tuo valore iniziamo a fare il conto di quante ore di lavoro servono per gestire una badante. Sì di lavoro: perché fare il datore di lavoro è un lavoro! 

Scusa il gioco di parole.

 

Ecco alcuni dei costi che non si vedono.

Il tempo che devi impiegare per cercare una badante, per selezionarla, per provarla, etc … C’è poi un costo relativo alla mancanza di competenza nella ricerca e nella selezione, che farà sì che ci vorrà molto più tempo a trovare la persona giusta, passando per errori spesso costosi, non solo economicamente, ma anche emotivamente. Tieni presente che non è così scontato che una badante che ha performato bene in una famiglia lo faccia anche nella tua. 

Poi la badante se ne va per i più disparati motivi e ti ritrovi a ripetere la trafila, per tutte le volte necessarie per trovare la persona che più si avvicina alle esigenze. Quando finalmente le cose iniziano a ingranare, è tempo di ferie, la badante va sostituita… e si riparte con il cinema.

C’è un costo anche se entri in dipendenza dalla badante. Che si traduce in regali, incentivi, denaro per fare sì che la badante non ti lasci in braghe di tela da un momento all’altro.

Infine c’è il tempo impiegato per inviare le presenze al CAF o al commercialista/consulente del lavoro, il tempo per pagare fisicamente la badante, per pagare i MAV ogni tre mesi, per i conti del CUD, per accantonare il TFR, ecc.

Insomma a conti fatti la nostra esperienza ci dice che una famiglia in media spende dalle 20 alle 30 ore al mese per gestire il tutto!

La buona notizia? E’ che finalmente non sei più da solo e puoi azzerare i rischi!

 

Se pensi di non farcela da solo, vieni a scoprire come puoi gestire la badante in tutta tranquillità con FamKare e il metodo BadanteZeroPensieri.

Fissa una consulenza gratuita con un nostro family coach
Costo badante

Vuoi saperne di più sul Costo della Badante?

Scarica GRATUITAMENTE la guida completa con tutto quello che c’è da sapere sui costi diretti e indiretti dell’essere datore di lavoro di una badante

New call-to-action