Cosa fa la badante? Scopriamo quali sono le mansioni della badante

Una delle domande che più frequenti che ci fanno le famiglie che si rivolgono a noi è: cosa può fare la badante? Quali sono le mansioni?

Il bisogno di assistenza domiciliare si allarga a macchia d’olio, ma sono ben pochi i caregiver familiari che conoscono le mansioni esatte della badante. La confusione la fa da padrona: si scambia la badante con l’infermiere; la badante con l’operatore socio-sanitario; la badante convivente con la badante diurna; etc. 

A FamKare arrivano spesso chiamate per le dimissioni da strutture ospedaliere o riabilitative. L’indicazione che spesso dà il personale medico è che ci deve essere qualcuno a casa che si prenda cura del loro paziente. Non è ben chiaro però di che cosa si deve occupare nello specifico la persona incaricata dell’assistenza domiciliare. 

Importante capire bene di cosa si ha bisogno

Il primo obiettivo di FamKare diventa aiutare la famiglia a capire bene qual è il bisogno e in base a quello creare il programma di lavoro specifico per la persona da assistere, qualche volta anche ripartendo i compiti, tra personale socio-assistenziale (la badante), personale socio-sanitario (l’OSS, operatore socio-sanitario) e il personale sanitario in senso stretto (l’infermiera).

Capita anche che la famiglia sia del tutto digiuna delle informazioni sui servizi prestati dagli enti pubblici, RSA comprese. Che peraltro sono spesso gratuiti. FamKare allora orienta la domanda verso l’offerta che è più consona per rispondere alle esigenze della famiglia. 

La prima attività che fa quindi il Family Coach di FamKare è dare tutte le informazioni alla famiglia, per metterla in grado di adottare la migliore scelta per le sue necessità. 

Quindi quali sono le mansioni della badante?

Vediamo allora quali sono i compiti specifici della badante, sia quella convivente sia quella a ore. Sono 6, per l’esattezza. Qui sotto sono elencati, con un livello di dettaglio che ognuno può personalizzare sul proprio caso specifico.

  1. Curare l’igiene personale della persona assistita
    1. Igiene della persona e igiene intima
    2. Bagno, doccia
    3. Supporto nell’utilizzo dei servizi igienici
    4. Gestione dell’incontinenza
    5. Spugnature se la persona assistita è allettata
    6. Supervisione generale sulle condizioni igieniche
  2. Preparare i pasti
    1. Fare la spesa
    2. Preparazione del pasto secondo le indicazioni della famiglia
    3. Somministrazione del pasto
    4. Pulizia delle stoviglie
    5. Riassetto della cucina
  3. Tenuta in ordine della casa
    1. Pulizie quotidiane del luogo di vita della persona assistita (spolverare, pulizia dei pavimenti, etc …)
    2. Lavare i panni 
    3. Stirare i vestiti
    4. Rifacimento del letto
    5. Pulizia ordinaria dei servizi igienici
    6. Pulizia ordinaria dei vetri 
  4. Mobilità e accompagno
    1. Assistenza all’alzata della persona assistita
    2. Assistenza alla messa a letto
    3. Assistenza nella vestizione e svestizione
    4. Assistenza nei passaggi (letto-carrozzina, carrozzina-poltrona, etc …)
    5. Assistenza nella deambulazione
    6. Assistenza nelle uscite, passeggiate, etc …
  5. Somministrazione dei farmaci
    1. Acquisto dei farmaci in farmacia
    2. Somministrazione dei farmaci secondo le indicazioni dei familiari
    3. Sorveglianza sull’assunzione corretta dei farmaci
    4. Eventuale segnalazione alla famiglia su mancanza di aderenza terapeutica
  6. Compagnia e sorveglianza
    1. Sorveglianza sulla salute psico-fisica della persona assistita
    2. Tenere compagnia
    3. Accompagnamento nelle attività quotidiane
    4. Accompagnamento e assistenza nei luoghi di cura (ospedale, clinica, istituto di riabilitazione, casa di riposo, etc …) per periodi brevi o prolungati
    5. Accompagnamento nelle occasioni di socializzazione
    6. Presenza nel corso della giornata e intervento al bisogno.
 

Concludendo

La badante è un lavoro e la tua casa è il luogo di lavoro di questa persona. Occorre concordare bene quali sono le attività che si chiede alla badante di svolgere. Proprio come si fa per un dipendente in azienda è importante avere chiare le mansioni che si chiede, per far funzionare bene il rapporto, ma ancora prima sapere bene cosa si può chiedere e cosa no, e quindi gestire anche l’aspettativa rispetto al suo lavoro. Ricorda che la qualità dell’assistenza è strettamente collegata alla tua aspettativa. Se l’aspettativa è sbagliata la qualità dell’assistenza non soddisferà mai le tue esigenze. Il problema però a questo punto non è la badante, ma la scarsa informazione.


Hai bisogno di sviluppare un programma di lavoro personalizzato 
sulle esigenze del tuo anziano?