/* 738529-1551101898-ai */
0341 28 71 23 info@famkare.it

È notizia ormai diffusissima che l’Italia è il secondo Paese al mondo con più anziani, dopo il Giappone. Come dire che il cielo è azzurro e il mare è blu …

I numeri del fenomeno

Vediamo di approfondire un po’ di più le dimensioni del fenomeno per cominciare a capirne l’impatto attraverso qualche numero:

  • nel 2017 la percentuale di over 60 in Italia è il 29,4 %.
  • nel 2050 questa percentuale salirà al 40,9 %.
  • 2,5 milioni gli anziani non autosufficienti (Istat, 2014).
  • 3.329.000 i familiari che assistono direttamente anziani, disabili e ammalati, i cosiddetti caregiver familiari.
  • 830.000 gli assistenti familiari assunti regolarmente dalle famiglie cioè il 40 % circa del totale di chi svolge lavoro domestico.

75 anni è un’età spartiacque. Dopo questa soglia un anziano su due soffre di almeno una malattia cronica grave o è multicronico (Istat).

L’11,2 % degli anziani riferisce gravi difficoltà, come fare il bagno o la doccia (10,3 %), sdraiarsi e alzarsi dal letto o da una sedia (7,3 %), vestirsi e spogliarsi (7,3 %). Il 30,3 % incontra gravi difficoltà nello svolgere le attività quotidiane di tipo domestico, come preparare i pasti, fare la spesa, prendere le medicine, fare lavori di casa, etc … (Istat).

Tra gli anziani con grave riduzione di autonomia nella cura della propria persona, il 58,1 % dichiara di avere bisogno di aiuto o di averne in maniera insufficiente (Istat).

La risposta dello Stato?

Nel 2015 la spesa dello Stato per l’assistenza era di 20,5 miliardi (Ragioneria Generale dello Stato), metà in soldi (assegno di accompagnamento, etc …) e metà in servizi.

Le ultime manovre sono sempre state tese a una revisione della spesa, si parla costantemente di controllo del debito pubblico, cosa succederà quando ad aver bisogno di assistenza sarà il 10% in più della popolazione?

Alcuni studi dimostrano che tra pochi anni non ci sarà abbastanza personale domestico per soddisfare la domanda di assistenza degli anziani a domicilio.

Cosa succederà a noi che oggi abbiamo tra i 40 e i 50 anni? Ci sarà una sanità pronta ad accogliere i nostri bisogni? La nostra pensione sarà sufficiente a garantirci un futuro sereno?

Il consiglio del FamKoach

Cara famiglia, cari caregiver familiari, detto ciò … che cosa occorre fare? Occorre essere pronti e pianificare la risposta a questo vero e proprio Tsunami demografico che sta investendo la nostra società, le nostre famiglie. Occorre rivedere gli strumenti adottati fino a oggi (es. la badante), che potrebbero risultare decisamente spuntati.

Noi di FamKare iniziamo a guardare al tema della sostenibilità della spesa familiare, con uno sguardo teso alla tecnologia, alla sharing economy, etc…

FamKare lavora ogni giorno per essere il partner della famiglia nella “sfida alla longevità”.

Inizia a programmare le tue esigenze, prima di trovarti di fronte all’emergenza e dover ricorrere a risposte poco efficaci.
Chiedici cosa possiamo fare per te!