/* 738529-1551101898-ai */

3 segreti per valutare una babysitter ancora prima di incontrarla di persona

 

Finora magari non hai mai avuto bisogno di una babysitter, ma adesso la situazione è cambiata e molto probabilmente ti trovi nella condizione di dover scegliere una babysitter senza sapere assolutamente da che parte cominciare: dove cercare, come capire se è la babysitter giusta…

In un batter d’occhio ti ritrovi proiettato nel ruolo di “responsabile dell’ufficio risorse umane” della tua famiglia, con tutte le responsabilità che questo ruolo comporta!

La babysitter è la persona che si occupa di intrattenere e divertire i piccoli mentre i genitori sono fuori casa, ma è anche una professionista che passa molto tempo con i bambini e che ha un’importante responsabilità nel loro sviluppo emotivo e psicologico.

Trovare la persona adatta alla quale affidare i propri bambini non è sicuramente un’impresa da poco!

Ci sono però alcuni indicatori importanti di cui tener conto ancora prima di incontrare la persona che hai scelto.

Vediamo insieme quali sono.

 

Il primo segreto: età e requisiti

Non esiste un’età giusta per fare la babysitter, ma indicativamente l’età migliore è tra i 25 e i 45 anni; per un neonato va bene anche una figura più matura, tra i 30 e i 55 anni.

Se dovrà occuparsi quotidianamente dei bambini e quindi ricoprire un ruolo importante nella loro crescita e formazione, dobbiamo orientarci verso una vera e propria assistente all’infanzia, un’educatrice qualificata che possa aiutarli nello studio e collaborare con voi genitori a una corretta educazione.

Se la necessità è invece di avere una figura solo saltuariamente, può andare benissimo anche una ragazza giovane, per esempio una studentessa.

 

Il secondo segreto: l’utilizzo dei social network

I post pubblicati sui social network, primo tra tutti Facebook, possono dire molto della vita di una persona: fermo restando il diritto fondamentale a non essere oggetto di discriminazione (per esempio in base alle idee politiche o religiose), nel momento in cui le persone sono attive sui social sono perfettamente consapevoli che i loro aggiornamenti sono visibili a tutti e quindi sottoposti al giudizio anche di eventuali futuri datori di lavoro.

Valuta con attenzione i post pubblicati dalla babysitter a cui vuoi affidare i tuoi bambini e verifica che non ci siano foto, video o informazioni che tu giudichi come inappropriate o sconvenienti.

 

Terzo e ultimo segreto: la prima impressione al telefono

Fai particolare attenzione a come si presenta la babysitter durante la prima telefonata: è importante che risponda al telefono in maniera educata e professionale, che utilizzi un linguaggio adeguato e che si dimostri interessata, coinvolta e motivata nei confronti del lavoro che le stai proponendo.

Anche il tono della voce è un elemento da non sottovalutare perché rivela aspetti importanti del carattere di una persona: deve essere equilibrato e non troppo squillante, con modi dolci e non bruschi.

Adesso sei pronta per fissare un colloquio di persona con la babysitter che hai scelto!

Se non ti senti abbastanza sicura, puoi affidarti a FamKare, che si occuperà di valutare i candidati e di presentarti la babysitter giusta!

 

Contatta un nostro Family Coach per una consulenza gratuita.