Fase 2: i 3 consigli per affidare i nostri figli in sicurezza alla babysitter

Fase 2: obiettivo sicurezza

I 3 consigli per affidare i nostri figli alla babysitter

 

Il periodo di emergenza sanitaria che stiamo attraversando ha sicuramente suscitato tante domande all’interno delle famiglie e le ha spinte a trovare nuove forme di organizzazione e nuove soluzioni.

Alcune mamme e papà stanno continuando a stare a casa in smart working, ma molti di noi in questa Fase 2 hanno ripreso a lavorare.

I nonni sono ancora considerati soggetti a rischio, quindi non è ancora giunto il tempo per loro di tornare a prendersi cura costantemente dei nipotini e le scuole continuano ad essere chiuse…

Da qui la scelta per molti genitori di affidare i propri bambini a una babysitter, ma mai come in questo momento rischiamo di essere travolti dai dubbi perché stiamo lasciando i nostri bambini con una persona esterna alla nostra famiglia, che potrebbe anche portare il virus proprio dentro casa nostra o non rispettare le norme nel modo giusto mettendo in pericolo i nostri figli…

 

La sicurezza prima di tutto!

Con la graduale ripresa delle attività e la progressiva scomparsa dell’isolamento, è fondamentale continuare a rispettare le norme previste sul distanziamento sociale e sull’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.

Come genitori, sta a noi prima di tutto dare il buon esempio ai nostri bambini e a chi si occupa di loro.

Ricordiamoci di avere sempre in casa guanti e mascherine sia per noi, sia per i nostri bimbi, sia per la babysitter: garantire la salute e sicurezza del personale domestico sul posto di lavoro per sé stessi e per gli altri è assolutamente imprescindibile.

Per questo motivo è fondamentale condividere con la babysitter le norme igieniche e di comportamento che vogliamo vengano rispettate sia in casa sia quando usciamo.

Sappiamo benissimo che i bambini non sempre ci prestano grande attenzione, ma possiamo farci consigliare e creare insieme alla babysitter, a seconda dell’età dei bambini, dei rituali o dei giochi per rendere più spontaneo il rispetto di queste regole.

 

Laviamo spesso le mani: che noia? No! È un divertimento!

Durante la giornata è importante ricordarci e ricordare ai nostri bambini di lavare le mani più volte, soprattutto prima di mangiare e dopo aver usato il bagno.

Per eliminare i germi, non basta solo utilizzare il sapone: bisogna insaponare, strofinare, risciacquare e asciugare bene le mani con un asciugamano pulito. Questa operazione richiede tempo e può essere noiosa per i bambini…

La babysitter può usare diverse strategie in base all’età dei bambini: può cantare una canzoncina, recitare una filastrocca oppure usare per esempio una clessidra o un timer per rendere questo momento divertente!

 

All’aperto, ma con la giusta distanza e la mascherina!

Andando incontro alla bella stagione, va presa in considerazione la possibilità di far uscire i bambini con la babysitter: per questo è essenziale stabilire un programma di passeggiate all’aria aperta che tenga conto del rispetto delle norme di sicurezza.

Se si riesce a garantire il rispetto del distanziamento sociale, i bambini possono giocare liberamente, ma dove questo non è possibile, è buona norma che tutti i bambini con più di 2 anni e gli adulti indossino la mascherina e che proteggano bocca e naso.

Anche in questo caso il buon esempio dei genitori e anche della babysitter è fondamentale e possiamo anche rendere più simpatiche le mascherine con colori e disegni!

Tutti possiamo seguire questi consigli per evitare di ammalarci: bambini, genitori e babysitter!

Grazie a queste semplici misure di prevenzione, possiamo continuare la nostra routine nella normalità ed essere preparati ad accogliere una persona in casa senza paura!

I nostri Family Coach sono a tua disposizione per aiutarti a trovare una babysitter che possa occuparsi in sicurezza dei tuoi bambini e per condividere suggerimenti e idee per avviare una collaborazione in tutta serenità!

Chiamaci per una consulenza gratuita!